Synapta, con ContrattiPubblici.org, e il Politecnico con l’Osservatorio Agenda Digitale presentano la più completa ricerca sulla spesa digitale della PA, per favorire la conoscenza del mercato da parte delle istituzioni e la nascita di opportunità di business per le aziende specializzate nella fornitura di servizi ICT.

Oltre due anni di preparazione, sei mesi di confronto continuo, e la presentazione pubblica in occasione del convegno “Connecting the Dots” alla presenza di centinaia di ospiti online e offline: questo, in sintesi, il percorso che ha portato il team di Synapta e quello dell’Osservatorio Agenda Digitale del Politecnico di Milano a realizzare il più completo report sulla spesa digitale della pubblica amministrazione italiana, da questo mese disponibile gratuitamente in versione ridotta sul sito di ContrattiPubblici.org, e in versione completa per i nostri clienti e coloro che ne faranno richiesta tramite il nostro sito web.

spesa ict digitale della pa
La ricerca sulla spesa digitale nella PA è liberamente scaricabile dal sito di ContrattiPubblici.org in versione ridotta, e in formato esteso per i nostri clienti e le aziende interessate.

Dal top-down al bottom-up: con ContrattiPubblici.org è possibile arrivare al massimo dettaglio di analisi

A differenza delle più comuni ricerche top-down diffuse in questo settore, quella realizzata da Synapta e dal Politecnico ha seguito un approccio bottom-up grazie alla possibilità di accedere al database di oltre 50 milioni di contratti pubblici disponibili su ContrattiPubblici.org, piattaforma di business intelligence specializzata nel mercato della PA ideata da Synapta e attiva dal 2018. Per la prima volta, in quest’ambito, è stato quindi possibile portare a termine un’analisi di mercato in modo granulare fino al livello del singolo contratto pubblico, confermando le stime già conosciute e individuando in anticipo nuove opportunità di mercato per le imprese specializzate nella fornitura di servizi ICT per la PA.

L’obiettivo è quello di fornire alle imprese nuovi dati utili per anticipare le intenzioni di spesa della PA

L’ambizione, di questa ricerca e di quelle che verranno, è quella di intercettare sul nascere i bisogni e le intenzioni di spesa della PA e delle imprese pubbliche su tutto il territorio nazionale, servendosi della disponibilità di dati aperti e del lavoro congiunto di ricercatori specializzati e analisti dei dati. Seguendo queste premesse, abbiamo dimostrato di poter fornire un livello di analisi utile a sostenere la strategia commerciale di aziende interessate a vendere i propri servizi agli enti pubblici: dal cloud alla blockchain, dalle piattaforme di eProcurement ai droni, siamo in grado di individuare le gare che si ripetono con maggiore regolarità su una prospettiva di almeno due anni, anticipando le opportunità di business anche per quelle aziende che vendono servizi verticali o tecnologie tuttora emergenti.

La ricerca completa disponibile per i nostri clienti e per coloro che ne faranno richiesta

In conclusione, è importante sottolineare nuovamente quanto la ricerca sia stata l’esito naturale di un fin qui inedito ma riuscitissimo lavoro di squadra: quello dei ricercatori del Politecnico e degli analisti dei dati del team di Synapta, innanzitutto, a cui ho potuto contribuire personalmente con la conoscenza maturata n vent’anni di consulenza nel public procurement, per aiutare ricercatori e analisti a definire i modelli di segmentazione della domanda e distinguere per tempo i diversi strumenti negoziali utilizzati dalla PA nell’acquisto delle tecnologie digitali. Interpretare correttamente i dati, ancor prima che raccoglierli, in questo contesto è stato determinante per giungere al risultato che oggi possiamo condividere con orgoglio con i nostri clienti, e con quanti sono interessati a compiere una parte del percorso insieme a noi.

Federico Maffezzini
Consigliere d’amministrazione – Synapta